La App di Berlinguer

DIstrazione

(Il 18 novembre 2011 postavo questo, e fu uno dei lavori che ho fatto con Ansano Giannarelli)

Interviste, discorsi, immagini, manifesti per ridare voce ad Enrico Berlinguer, uno dei protagonisti della sinistra italiana e della storia sociale,  politica del nostro Paese. (iStoriaBerlinguer)

Nel 1985 il PCI commissionò ad Ansano Giannarelli un film per celebrare la figura di Enrico Berlinguer. Ne uscì un documentario di notevole impatto emotivo che fu distribuito nei canali tradizionali del Partito Comunista Italiano e i diritti dei quel lavoro sono dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (AAMOD). Oggi, insieme a Regesta.exe, abbiamo pensato di rendere disponibile quel lavoro proponendo un’app per iPod, iPhon e iPad. Si tratta di un lavoro di riorganizzazione di immagini straordinarie: dall’intervista di Andrea Barbato dove Berlinguer racconta della sua prima tessera alle immagini dei discorsi del futuro leader del PCI che celebravano la figura di Stalin. Poi l’elezione a segretario del 1972, i passaggi fondamentali della sua azione politica: il compromesso storico, i 7 minuti dell’intervento al Congresso del PCUS a Mosca, il discorso dell’Eliseo sull’austerità, lo strappo dell’81 e il comizio davanti ai cancelli della Fiat. C’è poi la versione integrale del discorso di Roberto Benigni al Pincio e la risposta divertente almeno come quella del comico toscano del segretario del PCI che disse: “ringrazio Benigni di questa presentazione, ma per me non è sempre stato così. Una volta andai a fare un comizio a Milano in sostituzione di Togliatti, il compagno che mi vide arrivare mi chiese … e tu chi sei? Poi dal palco disse “Purtroppo il compagno Togliatti non è potuto venire ed hanno mandato lui…”

Tra le testimonianze filmate della app ci sono gli ultimi minuti del comizio di piazza delle erbe a Padova il 9 giugno 1984, un duello atroce tra il male e la volontà dell’uomo che vuole trasmettere fino all’ultimo il suo pensiero al suo popolo e la gente, innamorata di lui, che lo implora di smettere per tutelare la sua salute. Una pagina indelebile nella memoria di milioni di militanti.

Non so se sia possibile trasmettere tenerezza e passione attraverso l’Apple Store, ma pensando questa applicazione avevamo questo obiettivo.